A cura dell’Avvocato Dionigi Bovolo, esperto di contrattualistica del trasporto

Occhio alla data - Quando scade la Sua patente?

Non fidatevi della vostra memoria. Potrebbe tradirvi. E privarvi in un attimo del documento, di parecchi euro e, se l’auto è a noleggio, anche del contratto

patente-scadutaAlzi la mano chi conosce a memoria la data di scadenza della propria patente di guida. E chi non ha mai trasalito nell’accorgersi che stava per approssimarsi o addirittura era già trascorso il relativo periodo di validità. Nulla di grave se ciò succede nel corso di una conversazione tra colleghi come di recente avvenuto nella nostra redazione; differente invece se la scoperta viene fatta durante un controllo. L’art. 126 del Codice della Strada dispone che chiunque guidi con la patente scaduta sia soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 155 a 624 euro e che alla violazione consegua il ritiro della stessa ai sensi dell’art. 216. La restituzione del documento potrà avvenire solo se e quando sia stata adempiuta la prescrizione omessa, previo accertamento del compimento di quanto richiesto. Ciò significa che la patente sarà restituita solo dopo l’espletamento di tutti gli adempimenti e di tutte le formalità richieste per ottenerne il rinnovo.
Se il veicolo è noleggiato le cose si complicano, perché anche se il conduttore non può più guidare l’auto, il contratto resta in vigore, ed è previsto che i canoni siano comunque corrisposti, senza interruzione alcuna. Le norme di quasi tutti i contratti di Nlt impegnano innanzitutto il cliente a garantire, fin dal giorno del ritiro dell’auto, il rispetto della normativa sulla circolazione stradale nel luogo di utilizzo del veicolo, e impongono che il conducente sia abilitato alla guida dell’auto ai sensi della legge vigente nel Paese nel quale essa è ritirata. Nella totalità dei casi, esplicite disposizioni contrattuali specificano che il canone di noleggio è dovuto anche qualora il veicolo non possa essere utilizzato per qualsiasi causa non imputabile alla società di noleggio; ciò significa che il conduttore temporaneamente impossibilitato a servirsi dell’auto perché posta sotto sequestro, fermo amministrativo o perché privo di patente perché scaduta e non tempestivamente rinnovata, dovrà continuare a corrispondere mensilmente quanto pattuito anche se non potrà utilizzare l’auto. Qualora questo non avvenga, e sia interrotto il saldo del canone, il locatore potrà anche risolvere unilateralmente il contratto ai sensi dell’art. 1.456 c.c., con il conseguente aggravio di spese e richiesta di risarcimento del danno. A questo punto, per evitare al lettore improvvisi sobbalzi e attacchi di panico, F&F gli pone un piccolo quesito: quando scade la sua patente di guida?

Satelliti e privacy uniti secondo la legge

Localizzazione satellitare e protezione della privacy possono convivere in armonia: se l’auto è a noleggio, basta che il cliente sappia dell’esistenza del sistema

satelliti-privacyL’aver montato a bordo del veicolo un sistema di localizzazione satellitare, se l’auto è a noleggio, può considerarsi un plus, un servizio aggiuntivo offerto al cliente e che consente anche una riduzione sul costo della polizza assicurativa, oppure è l’ennesima ossessione da ‘Grande Fratello’ di orwelliana memoria? Correva l’anno 2006 e la Commissione delle Comunità Europee decise di avviare un dibattito sulle iniziative promuovibili per porre in essere una politica e un quadro giuridico atti a sostenere lo sviluppo di queste applicazioni. Collocato nel contesto più ampio della politica promossa dalla Commissione per stimolare l’innovazione e favorire lo sviluppo, il Libro Verde sulle applicazioni di navigazione satellitare gettò le basi per affrontare, tra l’altro, una questione che oggi è scottante: come si concilia una tecnologia in grado di rilevare e rintracciare la posizione dei veicoli con la legislazione sulla privacy? In Italia si è tentato di regolare la questione con l’elaborazione di un Codice in materia di protezione dei dati personali che dal 2003 è fin troppo costantemente modificato e aggiornato. Dalla lettura di esso, che nulla specifica in materia di NLT, possono comunque estrapolarsi delle regole generali.

Tutto quello che c’è da sapere
Anzitutto, qualora l’auto sia dotata di tale sistema, il contratto deve farne menzione nella parte riservata alle pattuizioni specificatamente sottoscritte dal conduttore. Inoltre, il cliente, sapendo dell’esistenza dell’apparecchiatura, sa che a bordo del veicolo da lui prescelto è montato un localizzatore satellitare che consente di memorizzare tutti i percorsi effettuati dal mezzo, tutti gli eventi che lo hanno interessato memorizzandoli in uno storico interno con orario e posizione. Il sistema elettronico, in ossequio alle disposizioni sulla tutela dei dati personali e per preservare la facoltà del soggetto di conferire ad altri i dati medesimi, permette comunque di non segnalare e memorizzare la posizione dell’utente, su iniziativa del conducente del mezzo. Il comando, solitamente, è attivabile dall’interno dell’auto e consente di ‘criptare’ i dati relativi allo spostamento del mezzo non evidenziando le informazioni circa la sua posizione che sarà, invece, sempre rilevata in caso di emergenza. Allo scadere del contratto di noleggio, o periodicamente a seconda dell’apparecchiatura montata sul veicolo, i dati dovranno essere distrutti. Infine, il Codice prevede sanzioni riconducibili al risarcimento ai sensi dell’art. 2050 c.c. a carico di chi cagiona danno ad altri per effetto del trattamento, in spregio alla legge, di tali dati sensibili.

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154