L'auto a misura di donna

Donne vs uomini - Uguale a chi?

Siamo sicuri che le pari opportunità giochino sempre a nostro favore? A proposito di polizze auto si direbbe proprio di no...

polizze-donneLo ammetto senza riserve. Io all’uguaglianza fra i sessi non ci ho mai creduto. Per me da una parte ci sono le donne, dall’altra gli uomini. Ciascuno con i propri pregi (certo il gentil sesso ne ha qualcuno in più) e i propri difetti (quelli dei maschietti più evidenti). Come potrei dichiarare che non c’è alcuna differenza fra Irina e Bud Spencer? Non credo che potrebbero fare le stesse cose nella vita e così come ci sono lavori che riescono decisamente meglio a noi, ce ne sono altri che cedo volentieri a chi si fa la barba ogni mattina (o a chi preferisce lasciarla crescere). Tutto questo per dire che quando si parla di pari opportunità sono guardinga. Insomma, mi chiedo dove sia la fregatura. Ed eccola! Questa volta l’ho trovata!

Stop agli sconti
Grazie a questo principio che si deve gridare ai quattro venti per apparire politically correct, le compagnie assicurative sono state invitate dalla Commissione europea ad adeguare le tariffe ‘rosa’. Niente più sconti, insomma, per le donne al volante. Il fatto che causino meno incidenti degli uomini non le deve discriminare! Quel fantastico bikini color sabbia che avremmo sfoggiato nel primo week end di sole sfuma. Al suo posto un aumento della polizza della nostra auto che ci farà sentire alla pari degli uomini. Non ci posso credere! E c’è anche chi esulta. Juliane Kokott, avvocato generale della Corte europea di giustizia, interpellata dal Times ha sottolineato che gli Stati devono vietare questa pratica corrente (leggi gli sconti per il popolo femminile solo di una certa età e residente in un dato luogo perché in molti casi l’uguaglianza c’è già) perché contraddice la legislazione dell’Unione sulle pari opportunità. Ma lei non necessità di un costume nuovo per la stagione estiva 2012? Mi chiedo dove andremo a finire, quale sarà il prossimo passo. Io non mi offendo se mi fanno uno sconto sulla tariffe perché causo meno incidenti di un uomo e faccio meno danni perché procedo più lentamente, se mi aprono la portiera, se in caso di foratura di uno pneumatico un automobilista si ferma per prestarmi aiuto. Lui non è mica stato seduto di fronte alla manicure per oltre un’ora per l’applicazione dello smalto semipermanente (è già un must). Come ci si può ribellare all’uguaglianza? Cercasi disperatamente compagnia assicurativa ‘maschilista’.

E la tua come si chiama?

Kit e Puntina sono tra i nomi più gettonati dal 19 per cento degli italiani che ha ‘battezzato’ la propria vettura. Ma siamo sicure che per le donne si tratti di vero amore?

‘Kit’, ‘Catorcino’ o ‘Puntina’. Ecco i nomi più gettonati per le automobili. A dirlo è un’indagine realizzata da Chiarezza.it secondo la quale il 19 per cento degli italiani sarebbe così legato alla propria auto da attribuirle un nomignolo affettuoso. Molto più di quello utilizzato per rivolgersi al proprio partner. Ma non è tutto: il 64 per cento dei maschietti interpellati ha confessato di avere delle vere e proprie fisse per la propria vettura (e questo lo sapevamo, basta osservarli quando la lavano... lo stesso sguardo ammirato che noi sfoderiamo davanti alla nuova collezione Sergio Rossi) ma, udite udite... ciò di cui non riesco a capacitarmi è che addirittura il 73 per cento delle donne ammette di avere una passione maniacale! Una pausa di riflessione a questo punto è d’obbligo. L’universo rosa è stato contagiato dall’attrazione per i motori? Il riallineamento dei pianeti predetto anche dai Maya sta per avere delle influenze sui comportamenti umani? Una risposta ci deve essere...

Un accessorio per la caccia
Ecco che durante l’imperdibile happy hour del giovedì sera trovo la soluzione. L’auto può dare una grossa mano quando si deve fare la caccia grossa! Come avevo fatto a non pensarci? Vuoi mettere trovarsi al volante di una fuoriserie lucida di zecca piuttosto che di una vettura malridotta e sporca? Difficilmente passeremo inosservate. L’auto insomma è un accessorio che contribuisce al nostro fascino come il tacco 12 o la Falabella... Se il vostro cuore palpita di fronte a una pubblicità di intimo (quella con Argentero, tanto per intenderci...) e non di fronte alla vostra auto non preoccupatevi quindi... siete assolutamente normali. E magari già occupate. E ora addentriamoci nel sondaggio. Per oltre la metà dei guidatori la propria automobile è una delle dieci cose alle quali tiene maggiormente; il 12 per cento le attribuisce addirittura un’anima e la piazza direttamente in cima alla Top Ten. Che orrore! Assicuratevi che il vostro uomo non sia fra questi: essere tenuta in cosiderazione meno di una vettura sarebbe come perdersi il primo giorno di saldi per colpa di un virus gastrointestinale... Decisamente meglio puntare su quel 24 per cento che sostiene che la quattro ruote sia un mezzo di trasporto fine a se stesso. Come riconoscere i fanatici? Provate a indicare la sua auto. Se vi dice “Ah... la Bat-Mobile, la mia bimba” è ora di cambiare aria...

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154