L'auto a misura di donna

Accoppiata vincente - L'officina ti fa bella

Un centro dove i meccanici si prendono cura della nostra auto e massaggiatrici ed estetiste della nostra persona non è un sogno. Cercasi disperatamente investitori

spa-e-officinaCosa c’è di più rilassante di un massaggio ayurvedico o di una seduta di french reverse manicure, la novità più glamour della stagione 2010-2011? Forse solo un drink su una spiaggia maldiviana con Luca Argentero (finalmente uscito dalla sua suite) come vicino di ombrellone... Ma se per il secondo è necessario staccare completamente la spina per qualche giorno (oltre che un lauto assegno), per il primo può essere sufficiente un’oretta. Magari quella che altrimenti trascorreremmo nella sala d’attesa della nostra officina mentre l’auto si trova sotto i ferri per un’operazione di manutenzione ordinaria (leggi check dei livelli o sostituzione delle pastiglie dei freni).

Basta fare qualche chilometro
Se l’idea vi piace potete rivolgervi a Elle Auto Care, che offre un menù completo di servizi per la vostra auto, naturalmente nell’officina, e per voi nella modernissima Spa adiacente. Tantissimi i trattamenti fra i quali potrete scegliere per tornare al volante rigenerate non solo nel corpo ma anche nello spirito. I prezzi sono in linea con quelli applicati dalla concorrenza, sia per quanto riguarda la parte meccanica sia per le cure estetiche. Sono, inoltre, disponibili dei pacchetti combinati auto/guidatrice da 45 minuti, un’ora o due che consentono di usufruire di tariffe più vantaggiose. Si parte da 99 dollari circa per arrivare a poco più di 250, salvo imprevisti a bordo. Elle Auto Care fa orario continuato, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.30, mentre il sabato si riceve l’intera accoppiata solo su appuntamento. Piccolo dettaglio: a oggi conta un solo centro e dista qualche migliaio di chilometri da noi. È infatti in Canada, più precisamente a Calgary, nello stato di Alberta. Io le indicazioni le ho date... si sa mai che passiate di là per una vacanza o una trasferta di lavoro. Altrimenti non vi resta che attendere che qualcuno faccia la stessa cosa dalle nostre parti. Del resto, credo che l’idea potrebbe essere facilmente importata, e che l’investimento possa avere ottimi ritorni anche in termini di sicurezza. Noi donne, infatti, storceremmo meno il naso di fronte alla prospettiva di recarci in officina se sapessimo che a ogni check della vettura corrisponde uno stone massage. Se state pensando di lanciarvi in questo business ho un ulteriore suggerimento: se mettessimo la tuta blu a Luca?

Cellulare&Auto - Contatto sicuro

Quando siete in auto siete veramente concentrate sulla guida? Lo studio di Jabra dice di no. E dà qualche consiglio per utilizzare al meglio il vostro telefonino

cell-in-autoAllarmanti i risultati di una ricerca sulle abitudini di guida commissionata da Jabra, specialista in soluzioni audio a mani libere. Le risposte del campione, composto da 1.800 persone tra i 18 e i 65 anni residenti in Francia, Germania, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti e Giappone, non lasciano dubbi: in auto si fa di tutto di più. Altro che mani sul volante e occhi sulla strada! Ben il 72 per cento ha dichiarato di mangiare regolarmente alla guida, il 28 per cento di inviare sms, quasi uno su 4 riesce addirittura a cambiarsi d’abito in movimento (oltre a sistemare i capelli, ma questo già lo sospettavamo). E, ancora, il 15 per cento compie atti sessuali e il 10 per cento non nasconde di leggere quotidiani o riviste. Dulcis in fundo, soltanto la metà degli interpellati ha riferito di utilizzare un dispositivo vivavoce per parlare al telefono, contravvenendo alla legge. Visto che le donne rappresentano all’incirca la metà del campione purtroppo non ne escono vincenti.

Istruzioni per l’uso
Inutile negarlo. Il cellulare è il nostro compagno di viaggio preferito. Questi suggerimenti possono aiutarci a utilizzarlo al meglio. Tanto per cominciare è indispensabile dotarsi di un auricolare o di un dispositivo vivavoce che, oltre a mettere in salvo i punti, consentiranno di aumentare il comfort alla guida. Naturalmente bisogna attivarli o collegarli prima di accendere i motori, in modo da non doversi improvvisare acrobati in caso di chiamata. Parlare ci piace (anche se con lui lo neghiamo) ma la sicurezza viene prima di tutto. Quindi cerchiamo di limitare l’uso del telefono. Per raccontare per filo e per segno com’è andata domenica c’è l’happy hour. In auto la concentrazione deve essere rivolta alla guida. E se ci si fa assorbire troppo dalla conversazione si rischia di dimenticare gesti fondamentali come l’inserimento degli indicatori di direzione o un’occhiata allo specchio retrovisore. Infine può essere molto utile programmare i numeri che si usano più frequentemente e magari impostare il comando vocale per la composizione degli stessi. Certo si può pensare che i consigli di Jabra siano di parte (del resto Alessia Marcuzzi non sarebbe interessata al gonfiore della Geppi Cucciari se non fosse la testimonial di Activia…) però non bisogna dimenticare che il rispetto delle regole è fondamentale non solo per non incorrere in sanzioni (tra l’altro sempre più salate e poi a Natale niente Manolo nuove) ma soprattutto per non mettere a repentaglio la sicurezza di tutti coloro che la strada la utilizzano.

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154