A cura di Maurizio Mecozzi, Broker assicurativo RN

Il caro polizze spinge verso l'autoassicurazione

Niente furto/incendio e niente kasko, a costo di rifondere o riparare di tasca propria. È la preoccupante tendenza che sta montando tra i privati e nelle flotte. Ma una soluzione c’è

‘Caro polizze’. Il fenomeno, in continua crescita e senza apparente possibilità di inversione di tendenza nel nostro Paese a dispetto di qualsiasi intervento tecnico governativo, genera soluzioni di risparmio di tipo rinunciatario anche nel corredo assicurativo dell’auto. E come per diversi altri fronti coinvolge sia i privati sia le flotte aziendali, che diversi studi analitici fotografano ultimamente entrambi orientati alla scelta dell’‘autoassicurazione’ sotto il profilo delle protezioni furto/incendio e kasco. Se fino a qualche tempo fa questa tendenza riguardava soltanto le flotte di veicoli in proprietà, dove la mancanza di budget dell’azienda, appunto, fa optare per una spesa limitata dove possibile, ora essa si sta estendendo anche alle flotte di veicoli in noleggio a lungo termine, in quanto sono gli stessi acquirenti a chiedere alle società di noleggio di eliminare dal canone il premio dell’assicurazione incendio/furto e kasco, impegnandosi a rifondere il costo del veicolo in caso di furto o incendio e a provvedere autonomamente alla riparazione dei propri danni se responsabili. Assicurazioni svuotate Sicuramente per un privato è molto rischiosa l’autoassicurazione poiché una società riesce ad ammortizzare meglio l’eventuale danno totale di un mezzo, o gli eventuali ingenti costi di riparazione. Sempre meno assicurati decidono poi di inserire garanzie facoltative quali cristalli, atti vandalici o eventi atmosferici e assistenza. Da una parte si spera che una tale situazione, che grava ulteriormente sull’assunzione di rischio in proprio della persona e dell’azienda, allontanandoci peraltro sempre più da una cultura assicurativa molto più diffusa negli altri Paesi europei, possa indurre le compagnie, ovviamente preoccupate, a rivedere i propri sovraprofitti ingiustificati nell’ARD e a calmierare nel contempo l’RCA. D’altra parte è tuttavia auspicabile che possa diffondersi il ricorso a quei sistemi di protezione satellitare, ormai a bassissimo costo tecnologico, che oltre a tutti i diversi vantaggi più volte evidenziati in rubrica, soli possono determinare un significativo abbattimento dei premi di polizza ARD, andando ad incidere positivamente sull’alea di rischio furto, azzerandone praticamente la voce più costosa (anche in funzione della sofisticatezza raggiunta dalle tecniche utilizzate dai ladri di inibizione dei sistemi antifurto). Ne è efficace dimostrazione il ricorso crescente a quelle soluzioni di copertura, viste proprio ultimamente in rubrica, che utilizzando il sistema di monitoraggio satellitare anche per il controllo del kilometraggio, in funzione di un adeguamento di costo dell’RCA, garantiscono parallelamente un risparmio davvero considerevole anche sui premi furto/incendio, se attivati in polizza insieme all’RCA, accrescendo la vantaggiosità dell’opzione assicurativa scelta. Sempre in attesa, ovviamente, di una auspicata urgente inversione di tendenza del ‘caro polizze’ auto in Italia.

Polizze Eco-Friendly - Il verde ti dona

Le formule assicurative ‘Pay as you drive’ non sono una novità. Lo sono invece quelle che tengono conto anche delle emissioni di CO2: più l’auto è green più sono convenienti

Nel mercato assicurativo RCAuto si comincia finalmente a intravedere un orientamento eco-friendly. Ad esempio Reale Mutua Assicurazioni, in partnership con il network per lo sviluppo sostenibile LifeGate, ha studiato il prodotto ‘Contachilometri Reale’: LifeGate riceve da Reale Mutua un euro per ogni polizza sottoscritta che andrà a finanziare il progetto Impatto Zero riguardante la creazione e tutela di aree verdi in Costarica. Il contributo, che può raddoppiare nel caso in cui il cliente scelga la modalità ‘Salva Carta’ limitando l’utilizzo di documenti cartacei a favore della documentazione elettronica, permetterà di aggiungere sei metri quadri di foresta al progetto. I sottoscrittori 2011 hanno inoltre goduto di un credito di cinque euro da utilizzare in servizi di car sharing o bike sharing nella città di residenza. Su un altro fronte Sara Assicurazioni, in collaborazione con Movitrack, gestisce ‘Sara Free Km’ su progetti quali il car sharing, il car pooling e, a Milano, anche il ‘Dial a ride’. Come noto, nonostante i due termini vengano a volte impropriamente considerati sinonimi, nel car pooling più persone viaggiano insieme nella stessa auto, di norma di proprietà di uno dei viaggiatori, e dividono tra loro le spese di viaggio e manutenzione; il car sharing, invece, può essere assimilato a un noleggio a ore con auto parcheggiate in più punti della città. Qualcosa sta cambiando nell’uso dell’auto: i chilometri percorsi in media sono 12.000 l’anno, cresce l’uso di mezzi pubblici e bici, e si diviene pedoni per evitare il traffico, rispettare l’ambiente, e non ultimo risparmiare. Il car sharing è adatto a chi l’auto la usa davvero poco, ma se il servizio non è disponibile, un’alternativa c’è: un’assicurazione a consumo per la propria vettura, che è anche la soluzione assicurativa utilizzata dagli stessi gestori delle flotte di car sharing. Analizziamo le caratteristiche di queste polizze: per incentivare il ricorso all’auto solo lo stretto necessario, una parte del premio assicurativo è variabile ed è definita dalla formula ‘Pay as you drive’, secondo la quale l’importo da pagare è legato ai chilometri percorsi (e, dunque, alle emissioni emanate). Se il veicolo assicurato è alimentato a gas o bi-fuel (benzina/gpl o benzina/metano) il sottoscrittore godrà di uno sconto del 7 per cento sia sulla polizza che su eventuali estensioni. A bordo della vettura assicurata con ‘Contachilometri Reale’ viene installato un impianto satellitare Full Box (una sorta di scatola nera) che oltre a produrre uno sconto del 50 per cento sull’Ard permette di misurare i chilometri percorsi (ed effettuare ogni trimestre il conguaglio, anche positivo, legato alla formula), assumere informazioni sullo stile di guida (per garantirgli ulteriori sconti in polizza, al rinnovo, fino al 20 per cento), ricostruire la dinamica di eventuali sinistri. Il servizio di assistenza stradale Blue Assistance è compreso nel pacchetto. Del tutto analoghe le prestazioni di ‘Sara Free’.

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154